Citroën e Scuola Internazionale di Grafica per un progetto realmente veneziano

I nostri allievi hanno ideato una nuova livrea per Citroën C3

Accettare le sfide fa parte del DNA della Scuola Internazionale di Grafica, fin dalla sua fondazione. Sfida accolta anche nel 1982, quando iniziò il corso di Grafica Pubblicitaria.
Non potevamo, quindi, defilarci quando, la scorsa estate, la Citroën Italia ci ha proposto il suo Citroën Design Project → Certamente lusingati dal fatto di aver scelto noi, nel confronto con altre scuole di design e comunicazione, abbiamo accolto senz’altro la sfida che consisteva nel creare una livrea ispirata a Venezia per l’innovativo modello C3.

Abbiamo accettato con piacere questa sfida di Citroën, perché riteniamo che la sua mission sia molto simile alla nostra: siamo entrambi orientati all’innovazione, alo sviluppo dell’individualità e per questo abbiamo deciso di accogliere questa sfida e di affidare questo progetto ai nostri allievi.
Poiché si trattava di lavorare al progetto durante il periodo delle vacanze estive, abbiamo chiesto agli allievi che sarebbero passati al II anno del nostro Master in Grafica Pubblicitaria → chi avrebbe potuto dare il suo contributo. Così, Damiano Antonelli, Francesco Chissalè, Matteo Cinquetti, Ivan Crosatto, Piero Giacon, Elena Filonova, Elizabeth Rovere, Francesco Tassi si sono messi al lavoro, seguiti da un art director d’eccellenza, il nostro Giancarlo Alesiani.

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  8. 8







 

Sono stati giorni di un lavoro intenso ma ricco di entusiasmo, nei giorni di fine agosto, nella piacevole atmosfera, tutta veneziana, delle aule di Grafica Pubblicitaria. La stessa responsabile della Comunicazione di Citroën Italia, Elena Fumagalli, è rimasta affascinata dai nostri spazi, compresi quelli dedicati alla stampa d’arte, nei quali abbiamo girato parte del breve documentario di questa splendida esperienza.
I nostri allievi hanno lavorato sodo, proponendo dei progetti caratterizzati da una creatività fresca e in linea con lo spirito della Citroën al punto che per la giuria non è stato agevole scegliere il progetto vincente tra i 10 presentati: “Tutti i giovani designer impegnati nel Citroën Design Project hanno saputo interpretare il tema proposto con lavori creativi molto interessanti e originali.”

Alla fine è stato premiato il lavoro di Francesco Tassi e Matteo Cinquetti, entrambi 22enni, parmense il primo, genovese il secondo. “Per la livrea della Citroën C3 – hanno spiegato i due vincitori – ci siamo ispirati agli spettacolari e policromi effetti del vetro murrino, una tecnica di lavorazione che ha reso famosi ed unici i maestri veneziani a partire dal sedicesimo secolo e che oggi è una decorazione tipica della laguna veneziana. Questa decorazione non solo fa capire immediatamente che si tratta della città di Venezia ma inoltre conferisce un’energia e una vivacità alla macchina, che è propria di Citroën. “
Dopo la fase di wrapping (applicazione della livrea), a Milano, il nostro modello è arrivato al Lido di Venezia per terminare le riprese con i due, visibilmente soddisfatti vincitori. Che dire? Siamo contenti per i nostri allievi, soprattutto, perché hanno potuto cimentarsi in un contest difficile esprimendo già dopo un anno di corso, una creatività consapevole e matura.
Ed anche per la nostra Scuola, certamente, per il riconoscimento al valore della sua offerta formativa, nel confronto con altri istituti e università.

Articoli correlati